Specialista in Angiologia Medica - Esami Doppler - Ecografie Vascolari
twitter  youtube  linkedin  facebook 
Vinaora Nivo Slider 3.x

<< Torna alla pagina precedente

 

L’esame ecocolordoppler arterioso degli arti inferiori è parte integrante della visita angiologica, permettendo di valutare l’emodinamica arteriosa fino in periferia, lo stato delle pareti dei vasi, la presenza di eventuali placche aterosclerotiche stenosanti ed eventualmente la presenza di ulcerazioni delle placche medesime che sono potenziali focolai emboligeni.

ecocolordoppler-arterioso-degli-arti-inferiori
Lo studio comprende l’esame delle arterie iliache, passando poi alle arterie femorali comuni e superficiali e studiando anche l’origine dell’arteria femorale profonda (importante circolo di supplenza in caso di ostruzione dell’arteria femorale superficiale) .

Poi si studiano le arterie  poplitee e l’origine del tronco tibiale anteriore e posteriore finendo l’esame con le arterie tibiali posteriori e pedidie.  Si possono inoltre valutare le pressioni sulle arterie tibiali posteriori rapportandole alla pressione arteriosa rilevata al braccio per calcolare il cosiddetto “indice di Winsor” ( valore normale 1, al di sotto è patologico) per avere un’ulteriore stadiazione della malattia aterosclerotica.  

L’esame permette di rilevare anche dilatazioni aneurismatiche delle arterie femorali e poplitee, meno frequenti rispetto agli aneurismi dell’aorta addominale ma potenzialmente più pericolose poiché è frequente la formazione di trombi nella cavità aneurismatica (che l’esame ecocolordoppler permette agevolmente di evidenziare) che possono determinare embolie periferiche con gravi ischemie acute dell’arto inferiore.

Infine l’esame ecocolordoppler è importante per controllare e seguire nel tempo gli esiti degli interventi di rivascolarizzazione degli arti ( Stent o TEA ) permettendo nel caso degli stent di controllarne il posizionamento e di verificare l’eventuale esistenza di “endolek” (rifornimento di sangue della sacca aneurismatica esclusa dalla protesi) e per monitorare i risultati di terapie mediche conservative.

<< Torna alla pagina precedente

 

Richiedi la prima visita Compila il form sottostante sarai ricontattato a breve

Newsletter

Resta sempre aggiornato su notizie scientifiche, iniziative e consigli